Whatsapp a pagamento? Certo, è sempre stato così

Le proteste in rete. Per Android, dopo un anno il servizio di messaggistica non è più gratuito. "È come il canone Rai, boicottiamolo"

whatsapp1.JPG In rete è scoppiata la protesta. Gli utenti si sono accorti che Whatsapp è a pagamento. Ma è sempre stato così.

WhatsApp Messenger è un'app di messaggistica mobile multi-piattaforma che consente di scambiarsi messaggi coi propri contatti senza dover pagare gli SMS. WhatsApp Messenger è disponibile per iPhone, BlackBerry, Android, Windows Phone e Nokia.

Quello che non è chiaro è se il servizio offerto sia o meno gratuito. Sul web circolano molte bufale a riguardo, ma la verità è scritta nero su bianco sul sito ufficiale. Di seguito riportiamo i costi, attuali, per i vari sistemi operativi:

IPHONE: l'applicazione è a pagamento. Scaricarla costa 0,79 centesimi, una tantum. Potete verificarlo qui.

ANDROID: l'applicazione è gratuita. Potete scaricarla. Il servizio è free per un anno. Dopo vi verrà chiesto di pagare 0,79 centesimi all'anno per mantenere attiva l'applicazione (potete verificarlo qui). Per conoscere lo stato del vostro account andate nelle impostazioni, "informazioni account" e "informazioni sul pagamento". Troverete la data di scadenza e il link all'acquisto.

BlackBerry, Windows Phone e Nokia: vale quanto detto sopra per Android.

Quanto abbiamo scritto è valido ad oggi (30 gennaio 2013). Al momento non esistono altri costi aggiuntivi: non si paga nulla per gli sms, e sul sito ufficiale non vi è alcuna menzione circa promozioni attivate.

In futuro, ci stanno già pensando, l'applicazione potrebbe avere dei costi annuali di abbonamento più elevati. Vedremo.

Il seggio vacante - Edizione regalo
di J. K. Rowling
Farà pensare, farà ridere, farà piangere, non potrà lasciare indifferenti