MORATTI-PISAPIA: SCONTRO A SKY

di Redazione Cadoinpiedi.it - 11 Maggio 2011

Lei lo accusa: "Rubò un veicolo che sarebbe stato usato per sequestro e pestaggio". Lui ribatte: "E' una calunnia. La querelo". Ascolta l'audio-commento di Gianni Barbacetto

MORATTI-PISAPIA: SCONTRO A SKY
Redazione Cadoinpiedi.it "La Corte d'Assise ha giudicato Pisapia responsabile del furto di un veicolo che sarebbe stato usato per sequestro e pestaggio. Poi il reato è stato amnistiato".
"Queste sono cose che non accetto è una calunnia di cui risponderà, è una cosa vergognosa".


Si è chiuso così il confronto televisivo (su Sky) fra Letizia Moratti e Giuliano Pisapia, candidati sindaco a Milano. Il sindaco uscente ha tirato fuori dal cilindro una vecchia storia giudiziaria legata all'antagonista del centrosinistra che, in quel momento, non aveva più spazio a disposizione per le regole imposte dalla par condicio. E Pisapia ha replicato appena fuori dagli studi Sky: "La Moratti ha detto il falso sapendo di dire il falso e di diffamarmi: così non si fa la campagna elettorale. I milanesi capiranno che chi è bugiardo continuerà ad esserlo, come è stato in questi anni".

Quest'ennesimo episodio conferma il clima teso che si respira a Milano alla vigilia del voto. Clima che qualche giorno fa ha portato all'aggressione di una signora parzialmente invalida che distribuiva volantini del MoVimento 5 Stelle.
I candidati sindaco sono nove: l'uscente Letizia Moratti (sostenuta da una coalizione di 12 liste), Giuliano Pisapia (centrosinistra - con otto liste apparentate), Manfredi Palmeri per il Terzo Polo (due liste), Mattia Calise, candidato del Movimento 5 Stelle, l'ex ministro ed ex leghista Giancarlo Pagliarini (due liste), Elisabetta Fatuzzo per il Partito dei pensionati, l'ex assessore Carla De Albertis per la lista La tua Milano, Marco Mantovani per Forza Nuova e Fabrizio Montuori per il Partito comunista dei lavoratori.

Il commento di Gianni Barbacetto: icona-audio.jpgASCOLTA L'AUDIO

Letizia Moratti ha fatto una campagna silenziosa fino a ora. Era una faccia sui manifesti attaccati sui muri di Milano e sui taxi di Milano. La voce gliela prestavano altri, per esempio Silvio Berlusconi che andava in giro dicendo che la campagna elettorale si deve fare sul referendum contro i giudici, sulla giustizia, che la scelta non è per eleggere il Sindaco di Milano, ma è una scelta tra lui e Ilda Boccassini.
Poi l'ultimo giorno, dopo avere taciuto per tutta la campagna elettorale, all'ultimo giorno nel confronto diretto con Giuliano Pisapia tira fuori una vecchia storia risaputissima. Una storia giudiziaria di Giuliano Pisapia. Giuliano Pisapia è stato addirittura in carcere per una vicenda negli anni di piombo. Ma ne è uscito del tutto pulito e del tutto immacolato.
Ora i garantisti, quelli che sono sempre ultragarantisti quando si tratta degli amici di Berlusconi, tirano fuori una questione del tutto minima e chiusa dal punto di vista giudiziario, per cercare di gettare del fango, gli ultimi giorni, oltretutto all'ultima risposta del confronto, quando ormai il contendente non ha più la parola, quindi non può su rispondere. Ecco il metodo molto democratico di Letizia Moratti che ha parlato con voce flebile per tutta la campagna elettorale, alla fine "tira fuori le unghie" e dà un'unghiata l'ultimo giorno di campagna elettorale.
Chi vincerà a Milano? I pronostici sono sempre molto difficili da fare, credo che si andrà al ballottaggio e quindi al primo turno Letizia Moratti non riuscirà a vincere. Questo è un caso più unico che raro nel caso di un Sindaco che cerca di andare al secondo mandato. Di solito al secondo mandato i sindaci in carica vincono a man bassa al primo turno, Albertini vinse con oltre il 60% senza neanche fare campagna elettorale. Questa volta invece è molto probabile il ballottaggio. Dopo, al ballottaggio, tutto può capitare.




Scrivi un commento
* Dati obbligatori
  
Commenti

LA Moratti ha detto che Pisapia in passato ha avuto sospetti collegamenti con le frangie estremiste di sinistra ! Perche' non ha maturato il sospetto su quanti nel PDL provengono da sorgenti non proprio limpide e cristalline di acqua sorgiva da incontaminate montagne ??????


Ne Moratti, né Pisapia. A Milano e in Italia solo Movimento 5 Stelle. Via i professionisti della politica. I Comuni ai cittadini!!!!


“Il metodo Boffo, tanto caro a Berlusconi, ha contagiato anche la signora Moratti che, evidentemente, presa dalla paura di perdere, è ricorsa alla diffamazione e ai falsi dossier. Metodi abitualmente usati dai berlusconiani per criminalizzare i propri avversari, visto che non hanno argomenti per confrontarsi. Anch’io ho sperimentato questi metodi sulla mia pelle, e l’unico modo per ridurli a più miti consigli è querelarli, come ha fatto Pisapia, affinché il giudice accerti il sistema criminale con cui si pongono nei confronti di chi non la pensa come loro”. E’ quanto afferma in una nota il leader dell’Italia dei Valori, Antonio Di Pietro.


pisapia querela la moratti per diffamazione aggravata.
http://www.pisapiaxmilano.com/wp-content/uploads/2011/05/sentenza-primo-secondo-grado.pdf


la pessima moratti voleva dedicare una via a bottino craxi...e ho detto tutto.


Invece di proporsi per amministrare le cose di tutti perche' non si propongono per qualche stalla bovina come raccoglitori di sterco.....



Tra una moglie di un petroliere e un figlio di papà con consorte al PAT non scelgo nessuno dei due.
Tra una m..da tiepida ed una fredda non vedo differenze.
Un solo nome un solo voto: Mattia Calise.

PS: Travaglio su Repubblica.it "voterò M5S"


la moratti mi fa schifo


E' evidente che la Moratti quest'arma se l'è conservata per il finale. Brutta botta per Pisapia